Perché comunicare servizi e prodotti da nuovi angoli comunicativi fa aumentare le vendite?

Il podcast - Comunicazione che passione! di Francesca Anzalone

Perché presentare servizi e prodotti da nuovi angoli comunicativi fa aumentare le vendite?

Quanto sono importanti gli angoli comunicativi? Perché è fondamentale avere chiari tutti gli angoli attraverso i quali possiamo comunicare prodotti e servizi? Perché la nostra strategia di comunicazione e marketing non può prescindere da questo aspetto? La risposta è una: perché vogliamo vendere di più, vogliamo essere riconosciuti per il valore e vogliamo essere seguiti perché ritenuti interessanti.

L’esigenza di comunicare servizi e prodotti in un nuovo modo

Sempre più spesso nelle consulenze o durante i corsi di formazione professionale ascolto imprenditori e manager lamentarsi di non essere soddisfatti appieno, oppure di evidenziare crescita e poi momenti di fermo; ma anche di dover rispondere a clienti nuovi e non, rispetto a richieste di scontistica non troppo gradite. Oppure di non riuscire a fare comprendere al cliente che il loro prodotto e servizio è davvero unico rispetto a quello dei competitor. “Potremmo fare di più ma”, “Il cliente non ci conosce abbastanza da chiederci anche questo servizio”, “Non stiamo esprimendo il potenziale, perché l’obiettivo di fatturato è ancora lontano a metà anno”, ecc.

Il punto è: non comunicare efficacemente dalle varie angolazioni. Si desidera notorietà, fiducia, consapevolezza del valore e non lo si comunica in maniera efficace, in maniera persistente né al cliente, né al potenziale cliente. “No, noi facciamo molti post, scriviamo schede, parliamo dei prodotti, mostriamo molto”, la tipica risposta. Certo! Ma tutto dipende da quali angolazioni stai utilizzando per fare comprendere la visione e il contesto nella quale si inserisce. E’ un po’ come parlare del personaggio, raccontarlo in maniera minuziosa, ma se non lo si inserisce in un contesto, non si racconta il viaggio che sta facendo, chi incontra, e come si comporta, avremo uno spaccato di una osservazione statica che non ci potrà coinvolgere fino in fondo. Anzi, oltre che parziale a lungo andare diventerà noiosa e chiuderemo il libro.

Mi sto comunicando da una sola angolazione? Si comprende l’intero contesto? La nostra interrogazione sulla verifica e sull’analisi dell’efficacia comunicativa deve partire da qui. Siamo interessanti? Siamo coinvolgenti? Stiamo dando tutte le informazioni necessarie a fare comprendere ciò che vogliamo? In poche parole, stiamo seguendo gli obiettivi attraverso i contenuti che produciamo?

Questo è un punto cruciale e strategico. Porsi queste domande significa iniziare un percorso di cambiamento orientato alla crescita: del fatturato, dell’autorevolezza e del valore che abbiamo e che possiamo valorizzare.

Come cambiare la narrazione per renderla davvero efficace

Partire dalla consapevolezza di ciò che stiamo producendo, di ciò che non stiamo facendo e da ciò che vogliamo raggiungere è la base fondamentale per costruire la strategia migliore. E naturalmente su cui basare e, o, modificare il piano di comunicazione e di marketing.

Addirittura a questo punto ci si rende conto che non esiste un piano di comunicazione annuale sul quale sono stati inseriti tutti gli angoli comunicativi e dunque, manca una visione, una linea generale, la possibilità di farci conoscere nel modo corretto.

Le tre parole chiave sono: cambiamento, valore e crescita e se non le abbiamo chiare in mente per iniziare la costruzione allora mancheranno dei pezzi fondamentali alla nostra comunicazione.

Parliamo di focus, di pesi e di prospettiva che cambiano con il cambiare dello scenario. #Consapevolmenteconnessi è una visione, ma anche un metodo di lavoro che ci porta a focalizzare gli obiettivi, che ci porta a misurare costantemente il peso di ciascuna attività e quanto questa occupa spazio nella mente delle persone e nel piano di comunicazione; il tutto finalizzato alla crescita del fatturato, delle performance, della percezione che i clienti e il pubblico ha di noi. Perché ricordiamolo sempre: parliamo a clienti e parliamo ad un pubblico che potenzialmente potrebbe diventare cliente. Nel piano di comunicazione quanti livelli hai? Quali sono i contenuti pensati per il cliente? Quanti quelli che in lui devono generare fiducia? Quanti quelli che devono fargli percepire il valore aggiunto? E il valore più in generale? Mentre quali sono i contenuti pensati per un pubblico che deve conoscerti e iniziare ad avere interesse perché lo stai “educando”? E quanti quelli in grado di generare un’entrata economica in maniera più diretta? Ecco questo significa avere chiari i pesi, i focus e gli obiettivi. E su cui è fondamentale costruire la mappa dei pesi, che insieme alla mappa del business ci accompagnano nella consapevolezza di ciò che vogliamo realmente comunicare e ci responsabilizzano sulle azioni da compiere.

Perché una consulenza sull’efficacia comunicativa è sempre un’ottima scelta?

Tra le domande più frequenti che ricevo sui social in direct è “Perché dovrei acquistare una consulenza sull’efficacia comunicativa? Mi serve? Che benefici ne traggo? Che cosa ho dopo la consulenza?” e, ovviamente, legittime, ci sono proprio queste.

Partiamo dal fatto che una consulenza iniziale è un pacchetto in abbonamento di 24/36 ore a seconda delle caratteristiche della realtà e che si tratta di incontri da 4 ore ciascuno per cui si risolvono i 6 – 9 blocchi temporali. L’angolazione esterna è la partenza vincente, perché ci porta a osservatori attivi e a identificare in base agli obiettivi i punti di forza e quelli che dobbiamo migliorare attraverso il dato. Partiamo infatti dall’analisi dei dati e, se parliamo dell’online abbiamo veramente interessanti risposte, oltre che precise e puntuali anche efficaci. Analisi, mappatura, revisione e soprattutto la consapevolezza di ciò che stiamo realmente comunicando e a chi.

Non sempre ciò che pensiamo di comunicare e quello che percepisce il nostro interlocutore sono allineati. Analizzare la comunicazione, scoprire gli angoli che stiamo coprendo e quelli scoperti ci porta un doppio vantaggio: l’opportunità di aumentare le vendite e la diminuzione dei rischi nei quali ci possiamo imbattere. 

Se vuoi saperne di più sulle consulenze scrivi a info@netlifesrl.it

 

Puoi anche ascoltare il Podcast “Gli angoli comunicativi fanno aumentare le vendite”