Netlife s.r.l. Servizi di Comunicazione e Marketing nell’era digitale

Netlife s.r.l. by Francesca Anzalone - Strategic Communication, Corporate, Brand, Uffici stampa, Digital PR, Social Media Management, Editorial Board, Servizi Editoriali e Video produzioni

Comunicazione e marketing nell'era digitale

Netlife s.r.l. by Francesca Anzalone – Strategic Communication, Uffici stampa, Digital PR, Social Media Management, Editorial Board e Video produzioni

Bellezza, colore, stile e glamour: attorno al red carpet si produce il bello e spiccano le confezioni di Le ristrette del Banco Lotto N. 10

Protagonista la bellezza, quella bellezza che ciascuno di noi interpreta in un modo del tutto personale e unico, come uniche sono le creazioni viste e acquistate nel temporary Store de Le ristrette del Banco Lotto N.10, Cooperativa Sociale il Cerchio ubicato prima dell’imboccatura del red carpet e ospitato negli spazi della Biennale.

Bellezza, colore, stile e glamour: attorno al red carpet si produce il bello e spiccano le confezioni di Le ristrette del Banco Lotto N. 10

Attorno al tappeto rosso anche le confezioni della Sartoria dell’Istituto Penale Femminile Giudecca. Benvenuti nel Temporary Shop Le ristrette del Banco Lotto N.10 che “tra operatività e creatività porta bellezza e un tocco di glamour all’interno per restituire creazioni all’esterno”.
di Francesca Anzalone
Bellezza, colore, stile, glamour, in queste giornate al Lido di Venezia ci siamo immersi in una kermesse che ha stupito per eleganza, raffinatezza e fatto sognare le migliaia di spettatori che hanno animato l’isola del cinema. Alta Moda, brand famosi e voglia di stupire hanno celebrato anche questa edizione, ormai la 75^, che da sempre, insieme a film di qualità, racconta sogni e grandi aspettative.
Protagonista la bellezza dunque, quella bellezza che ciascuno di noi interpreta in un modo del tutto personale e unico, come uniche sono le creazioni viste e acquistate nel temporary Store de Le ristrette del Banco Lotto N.10, Cooperativa Sociale il Cerchio ubicato prima dell’imboccatura del red carpet e ospitato negli spazi della Biennale.

La Cooperativa Sociale “Il Cerchio” si rivolge da circa vent’anni alle problematiche di detenuti ed ex detenuti. Dal 2013 infatti ha costituito un laboratorio sartoriale  all’interno della Casa Reclusione Donne della Giudecca, i cui spazi sono stati concessi in comodato d’uso gratuito alla direzione dell’istituto. La coordinatrice della sartoria insegna alle ristrette del Carcere Femminile della Giudecca le migliori tecniche dell’arte del taglio e del cucito, promuovendo così un lavoro creativo e artigianale.

E di bellezza abbiamo parlato, appunto, con Giulia Pannoli, responsabile della sartoria e del negozio Le ristrette del Banco Lotto N.10, che da poco meno di un anno, si occupa di questo importante progetto e che, insieme a noi, ha condiviso qualche “dietro le quinte” di questo luogo che quotidianamente viene visitato dai numerosi ospiti della manifestazione con l’immancabile tappa del padrino o madrina.
“Le ragazze si occupano del confezionamento degli abiti e degli accessori, a seconda della loro preparazione seguono o l’uno o l’altro aspetto; io porto i modelli e taglio, quando il lavoro è molto, sono supportata anche in quest’ultimo aspetto – spiega Giulia, mentre trasferisce gli abiti dal negozio al temporary store – gli abiti piacciono, anche il progetto che si sta allargando sempre più a importanti collaborazioni grazie alle quali si creano occasioni di stimolo e di crescita  anche per le ragazze”.
E’ il dare forma, il concretizzare abiti e accessori che verranno poi esposti e venduti, l’immergersi nel bello, perché gli abiti vengono confezionati con stoffe pregiate come ad esempio i tessuti Rubelli, ma anche il restituire loro, anche solo attraverso delle fotografie, il risultato finale, l’esposizione e la vendita, una visione per il loro futuro.
“Proprio qualche giorno fa una delle ragazze ha ottenuto il permesso per accompagnarmi a visitare una mostra in cui siamo coinvolti per un progetto e ha potuto vedere con i propri occhi il negozio per il quale quotidianamente confeziona – prosegue Giulia – un momento importante anche nell’autodeterminazione della persona che vede un percorso completo e anche un futuro con il quale confrontarsi attivamente. Certo questo non è possibile con tutte, ma è sicuramente un’opportunità e un modo per guardare avanti con fiducia”.
Quadrettati, Vichy, Shantung rossi, fantasie, un’esposizione che tra colori e forme, alcune richiamano il vintage anni’50, immerge nel bello e conquista i gusti anche dei più esigenti. Non dimenticate di passare dal temporary store e se non fate in tempo potete passare nel negozio in Salizada Sant’Antonin 3478/a Castello, aperto tutti i giorni.
Le creazioni delle ristrette del Banco lotto n. 10 alla Mostra del cinema di Venezia
Le creazioni delle ristrette del Banco lotto n. 10 alla Mostra del cinema di Venezia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

shares