Fiati Corti, Festival Internazionale del Cortometraggio – presentazione SAVE THE DATE

Fiati Corti, Festival Internazionale del Cortometraggio, SAVE THE DATE: giovedì 7 settembre ore 13:00, presso spazio della Regione del Veneto, Hotel Excelsior – Lido di Venezia

Fiati Corti, Festival Internazionale del Cortometraggio

Presentazione del Festival nell’ambito delle iniziative ospitate presso lo spazio della Regione del Veneto alla 74. Mostra internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Grandi numeri per la 18^ edizione del Festival internazionale del cortometraggio Fiaticorti. Oltre tremila le candidature da tutto il mondo.

 

Alla presentazione interverranno:

Enzo Fiorin – Sindaco del Comune di Istrana

Mariagrazia Gasparini – Assessore alla Cultura del Comune di Istrana

Bartolo Ayroldi Sagarriga – Direttore Artistico del Festival

Speciale partecipazione di Ca’ Foscari Challenge School in vista della futura collaborazione con il Festival per valorizzare la formazione e la sinergia fra le varie discipline e il mondo dell’audiovisivo.

Istrana (TV), 29 Agosto 2017 – Ritorna l’immancabile appuntamento con Fiaticorti, il festival internazionale del cortometraggio che quest’anno raggiunge un compleanno importante: la diciottesima edizione.

Il festival è organizzato e supportato dal Comune di Istrana (TV) in collaborazione con la Pro Loco comunale, il Progetto Giovani di Istrana e l’Aeronautica militare 51°stormo, è patrocinato dalla Regione Veneto e Provincia di Treviso.

Nato nel 2000 Fiaticorti si conferma come la manifestazione più longeva della provincia di Treviso nell’ambito cinematografico e uno dei primi festival a livello nazionale dedicato al cortometraggio, in un panorama di circa 200 manifestazioni dedicate ai corti realizzate in Italia.

Si contraddistingue per l’identità che ricorda il cineforum anni Settanta, per l’attenzione che riserva al territorio in cui è nato – il Veneto – dedicando ad esso una sezione particolare del festival e instaurando collaborazioni con altre manifestazioni (Premio Vincenzoni di Treviso e il Festival del Viaggiatore di Asolo), ma sempre mantenendo un respiro internazionale e per il fatto di essere una manifestazione totalmente organizzata da un Comune con dimensioni modeste e ideata da un gruppo di giovani under 30.

Il Festival edizione numero diciotto, che si terrà tra il 6 e il 27 ottobre 2017 nella città di Istrana in provincia di Treviso, ha registrato un aumento di iscritti di oltre il 400% rispetto agli scorsi anni: si sono candidati 3556 cortometraggi provenienti da ogni parte del mondo.

Le adesioni vedono una maggioranza dei corti di autori italiani, statunitensi, indiani e iraniani, mancano all’appello davvero poche nazioni, solo alcuni stati africani e la Groenlandia.

“Siamo davvero soddisfatti di questo successo” – afferma Bartolo Ayroldi Sagarriga, il direttore artistico del festival – “cogliamo chiaramente che il Festival a diciotto anni dalla sua nascita, sta riscuotendo una diffusione capillare e un’affermazione internazionale”.

La direzione artistica selezionerà i migliori 24 cortometraggi tra i quali la giuria individuerà i vincitori del Premio Fiaticorti per il miglior cortometraggio, del Premio Miglior Interprete Fiaticorti e del Premio FiatiVeneti per il migliore corto della sezione speciale dedicata ai cortometraggi girati da autori residenti in Veneto o da cortometraggi rilevanti per espressione tematica o di ambientazione inerente il Veneto.

La visione di tutti i cortometraggi e quindi le selezioni sono in corso in questi giorni e la prima sensazione è che “ci troviamo di fronte, come accade spesso, ad uno specchio di ciò che sta accadendo in questo particolare momento storico dal punto di vista sociale e politico” commenta Ayroldi Sagarriga, “si ripete quello che abbiamo vissuto analizzando i cortometraggi che sono stati realizzati dopo i tragici eventi dell’11 settembre 2001”.

Tra i membri della giuria ci saranno Alessandro Cinquegrani, giurato storico di Fiaticorti alla sua settima edizione in giuria e Umberto Curi giurato per la seconda volta.

Cinquegrani è ricercatore di Letteratura comparata all’Università Ca’ Foscari di Venezia, scrittore e critico cinematografico per importanti riviste nazionali.

Curi è filosofo e saggista oltre che professore ordinario di Storia della filosofia alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Padova, ha diretto per oltre vent’anni la Fondazione culturale “Istituto Gramsci Veneto” ed è stato per un decennio membro del Consiglio direttivo della Biennale di Venezia.

La novità di questa edizione è la creazione di una giuria popolare composta principalmente dalle associazioni del territorio che darà una propria visione a quelle che saranno le espressività internazionali dei 24 cortometraggi che risulteranno i selezionati di questa edizione.

L’ingresso a tutte le serate del festival sarà gratuito.

www.fiaticorti.it

FIATICORTI – 18^ EDIZIONE

CALENDARIO APPUNTAMENTI 

DAL 6 AL 20 OTTOBRE 2017 A ISTRANA, TREVISO

Rassegna Fiaticorti 18^ edizione

Venerdì 6, 13 e 20 ottobre ore 21: serate di proiezione dei cortometraggi e talk con gli autori

Luogo: Cà Celsi – Piazzale Roma – Istrana (TV)

Serata Fiativeneti

Sabato 21 ottobre ore 21: approfondimento sui corti degli autori veneti – in collaborazione con la Pro Loco del Comune di Istrana

Luogo: Cà Celsi – Piazzale Roma – Istrana (TV)

Serata finale

Venerdì 27 ottobre ore 20.30: cerimonia di premiazione dei migliori cortometraggi e chiusura della rassegna. La serata proseguirà con un cocktail.

Luogo: Cinema teatro dell’Aeroporto Militare di Istrana (TV)

Per maggiori informazioni:

info@fiaticorti.it

Contatti per la stampa:

Alessandra Lazzarin

Arte Laguna

ufficiostampa@artelaguna.it

T. 041 5937242 – 347 2790099

Francesca Anzalone

Netlife

press@netlifesrl.com

3474686369

LA STORIA

Fiaticorti vede la luce nel 2000 per volontà di un gruppo di ragazzi appartenenti al Progetto Giovani del Comune di Istrana (Treviso). L’anno di nascita della manifestazione non è casuale: nei primi anni del secondo millennio inizia la diffusione della telecamera digitale, innovativa perché permette di creare e montare video in casa, ma si va anche verso l’inesorabile declino delle cassette VHS, come testimoniano alcuni corti arrivati in questo formato durante l’edizione inaugurale del festival.
Il nome scelto per la manifestazione si riconduce a due spiegazioni: da un lato ‘fiato corto’ è l’effetto di uno sforzo fisico di breve durata (come sono brevi i corti), dall’altro, un film di durata massima 20 minuti può trasmettere allo spettatore emozioni forti, lasciandolo ‘col fiato corto’.

Alla prima edizione partecipano ventisette lavori, provenienti da tutta Italia, numero destinato a crescere in modo progressivo ma rapido: nell’arco di quattro anni si raggiungono le 150 pellicole a festival. Con l’aumentare della quantità dei corti in concorso cresce anche la qualità (grazie anche al costante sviluppo della tecnologia) e, di conseguenza, l’interesse del pubblico appassionato del genere.
Inizialmente Fiaticorti era condensato in un’unica serata, quella delle premiazioni; dalla quarta edizione, invece, il format si arricchisce, portando la rassegna a svilupparsi nel corso di quattro tappe durante le quali vengono proposti i migliori lavori in corso.
Nel 2006 viene introdotta la sezione FiatiVeneti, per premiare i cortometraggi di autori veneti.
Nel 2010, anno del decennale, si inaugura presso il Centro Giovani di Istrana l’archivio Fiaticorti, una raccolta degli oltre mille lavori che negli anni hanno partecipato al festival.
Nel 2011 è l’anno in cui lo storico direttore artistico Gianni Billio passa il testimone a Bartolo Ayroldi Sagarriga (direttore artistico), Andrea Grespan e Simone Perotto, ma anche l’edizione di svolta: il festival conosce una notevole la qualità dei film in concorso e un sensibile aumento dei partecipanti stranieri, provenienti soprattutto da Francia, Gran Bretagna, Romania, Spagna che porta la manifestazione a raggiungere un livello sempre più internazionale.

Fiaticorti è sorto sull’onda di un’opportunità nascente, girare video ‘home made’: una scelta lungimirante se si pensa a quanta strada è stata fatta in questa direzione (dai video girati con i telefoni cellulari al videogiornalismo partecipativo).
Ma l’identità del festival, che ricorda il cineforum degli anni Settanta, è sempre rimasta la stessa, fedele alla volontà di trasmettere la cultura e la passione per i cortometraggi, scegliendo di non affiancare eventi collaterali di diverso genere.
E’ una manifestazione voluta, organizzata e pensata da un gruppo di giovani under 30, che si distingue tuttavia per la longevità: Fiaticorti è infatti il primo festival di cortometraggi della provincia di Treviso, tra i più vecchi del Veneto – nato in concomitanza con Circuito Off -, ed anche a livello nazionale.
Oggi in Italia i festival dedicati ai cortometraggi sono circa 200, e Fiaticorti in questo panorama è una delle manifestazioni più conosciute.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *